E’ Domenica, l’ ultimo giorno intero da trascorrere in Catalonia. E’ mezzogiorno e il risveglio è traumatico. Le gambe sono completamente indolenzite dai quasi 20km percorsi a piedi il giorno precedente. Non ho mai preso un mezzo pubblico o un taxi. Quasi faccio fatica ad alzarmi. La camera è buia, non si vede uno spiraglio di luce. Doccia al volo e via di corsa da questa camera che sembra far parte di un centro per la prima accoglienza. Stretta e lunga, brandina con materasso in cartongesso, lavandino a 50 centimetri dal volto e scatola di scarpe usata a mo di cassettiera. LA fame si fa sentire come se non mi fossi mai nutrito e fossi denutrito. Direzione: il primo ristorante che ispira. L’ acido lattico accompagna ogni passo fino alla Rambla dove mi fermo alla “Boqueria”, ristorante di pesce situato proprio di fronte al mercato omonimo visitato il giorno precedente. Appare molto carino, pescato in vista e vetrina piena di leccornie varie con bancone annesso. Mi siedo e ordino un insalata di mare, un sautè di cozze, pane e birra. Mangio tanto per farlo dato la mancanza di sapore del cibo. Sicuramente se dovessi tornare non mi passerebbe mai per la testa di fermarmi nuovamente in questo posto. Pago una cifra poco ragionevole per il rapporto qualità/prezzo e riprendo a vagare senza metà ma sinceramente non ho una gran voglia di visitare e vedere. A poca distanza c’è Plaça de Catalunya che ospita l’ Hard Rock Cafè. Certo non è il Top dei posti ma voglio vederlo. Subito all’ ingresso c’è un abito indossato da Madonna che ti fa pensare “ma che ha fatto un film porno con Rocco Siffredi o veramente ci è salita su un palco con quel coso?”, sulla destra una vetrina con le chitarre di Jimi Hendrix e davanti al centro della sala c’è il bancone. “Quello è il mio posto”. Dopo un ora con la scusa di chiedere informazioni su dove cenare e trascorrere la serata faccio conoscenza con le bariste. Chiedo ancora da bere e vado nello Shop ufficiale. Mentre acquisto una camicia molto rockabilly i commessi mi fanno delle domande e mi ritrovo in due secondi in mutande nell’ Hard Rock a mostrare quei 3 tatuaggi sulle gambe by Foxy. Scatta l’ amicizia di un momento. C’è un banner a forma di Instagram per farsi le foto e ci mettiamo in posa. Cheese, Shot! (Lo so sono in Spagna ma mi parlavano inglese dato che lo spagnolo non lo conosco).  Torno alla birra e la barista argentina mi dice “se vuoi appena stacco vado al Nevermind, un locale vicino alla Rambla molto fico, vuoi venire?”. Non posso dirle di no. è molto simpatica e sono in solitaria. Alle 19 l’ aspetto fuori e ci avviamo. L’ ingresso è quasi nascosto, se non fosse per l’ insegna. Da fuori si vede solo una porta piena di scritte e non si sente un fiato. Dentro musica rock sparata a palla, atmosfera scura ma ovunque ci sono neon colorati, scritte fluorescenti, adesivi di marche da skate, sno e surf, tavole da skate utilizzate in ogni modo, un bancone di 10 metri, un palco davanti ad una ringhiera a proteggere dal bowl interna per fare skate. Un posto meraviglio. Se sei un rider questo è il posto giusto da frequentare. Dopo un ora siamo già a 5 birre a testa, un bottiglia di Pilsner da 33cl costa solo un euro e la mia nuova amica non mi lascia finirne una che già me ne ordina un altra. Parliamo, ridiamo, scherziamo fino a quando passiamo ai chupito e il dislivello alcolico si fa sentire inesorabilmente. Arriva un ragazzo e finisce quell’ aria magica che si respirava: due persone totalmente sconosciute che parlano da ore in una sintonia quasi surreale che solo viaggiare da soli ti può far provare. Esco per fumare una sigaretta ma decido di andarmene. Così in un lento trascinarsi mi dirigo in ostello. Non ho cenato ma sono distrutto e domani devo partire.

Barcellona sei una città fantastica, mi hai fatto conoscere posti e persone incredibili… mi rivedrai presto… ma prima mi vado a fare S. Patrick a Dublino a Marzo, poi ne riparliamo 🙂

 

Insalata di mare alla Boqueria, Rambla, Barcellona
Insalata di mare alla Boqueria, Rambla, Barcellona

Abito indossato da Madonna durante un concerto, Hard Rock, Cafè, Barcellona
Abito indossato da Madonna durante un concerto, Hard Rock, Cafè, Barcellona

Chitarre di Jimi Hendrix, Hard Rock Cafè, Barcellona
Chitarre di Jimi Hendrix, Hard Rock Cafè, Barcellona

Le simpatiche bariste dell' Hard Rock Cafè, Barcellona
Le simpatiche bariste dell’ Hard Rock Cafè, Barcellona

Scontrini e consigli vari su posti e ristoranti
Scontrini e consigli vari su posti e ristoranti

Instram Picture con i commessi dell' Hard Rock Cafè, Barcellona
Instram Picture con i commessi dell’ Hard Rock Cafè, Barcellona

Selfie all' Hard Rock Cafè, Barcellona
Selfie all’ Hard Rock Cafè, Barcellona

Ingresso Nevermind Barcellona
Ingresso Nevermind Barcellona

Una parete del Nevermind Barcellona
Una parete del Nevermind Barcellona

Parte di una parete dietro al bancone del Nevermind
Parte di una parete dietro al bancone del Nevermind

Skateboarding Bowl dentro il Nevermind
Skateboarding Bowl dentro il Nevermind

Parete dietro al bancone del Nevrmind
Parete dietro al bancone del Nevrmind

Selfie nel Nevermind
Selfie nel Nevermind