Turn the Page | METALLICA

ALBUM: Garage Inc.  1998

Prodotto da Lars Ulrich, James Hetfield & Bob Rock


 

 TESTO

Lyrics powered by GENIUS

[Verse 1]
On a long and lonesome highway east of Omaha
You can listen to the engines moaning out its one old song
You can think about the woman, or the girl you knew the night before
But your thoughts will soon be wandering the way they always do
When you are riding sixteen hours and there’s nothing much to do
You don’t feel much like riding, you just wish the trip was through

[Chorus]
But here I am, on the road again
There I am, up on the stage
There I go, playing the star again
There I go, turn the page

[Verse 2]
So you walk into this restaurant, strung out from the road
And you feel the eyes upon you, as you’re shaking off the cold
You pretend it doesn’t bother you, but you just want to explode
And most times you can’t hear them talk, other times you can
All the same old cliches: is it woman? Is it man?
And you always seem outnumbered, you don’t dare make a stand, make your stand

[Chorus]
But here I am, on the road again
There I am, up on the stage
Here I go, playing the star again
There I go, turn the page

[Verse 3]
Out there in the spotlight, you’re a million miles away
Every ounce of energy, you try to give away
And the sweat pours out your body, like the music that you play
Later in the evening, as you lie awake in bed
With the echoes of the amplifiers, ringing in your head
You smoke the day’s last cigarette, remembering what she said
What she said

[Chorus]
But here I am, on the road again
There I am, up on the stage
Here I go, playing the star again
There I go, turn the page

[Outro]
There I go, turn that page
There I go, yeah, there I go, yeah
There I go, yeah, here I go
There I go, there I go
And I’m gone

Lyrics powered by GENIUS

TRADUZIONE

THE BLACK SNACK

[Strofa 1]
Su una lunga e solitaria autostrada a est di Omaha
Si riescono ad ascoltare i lamenti dei motori sopra la vecchia canzone
Riesci a pensare alla donna o la ragazza che hai conosciuto la sera prima
ma i tuoi pensieri cominceranno presto a vagare come fanno sempre
Quando guidi per 16 ore e non c’è altro da fare
Non te la senti di guidare, vorresti solo arrivare

[Coro]
Ma eccomi, di nuovo sulla strada
Eccomi li, sul palco
Ci risiamo, faccio la star di nuovo
Ci risiamo, volto pagina

[Strofa 2]
Allora entri nel ristorante, distrutto dalla strada
e ti senti gli occhi addosso, mentre ti scuoti dal freddo
Fai finta che non ti dia fastidio, ma vorresti solo esplodere
e la maggior parte delle volte non li sopporti parlare, altre si
Sempre gli stessi cliché: è donna? è uomo?
e sei sempre in minoranza, non osi opporre resistenza, fare resistenza

[Coro]
Ma eccomi, di nuovo sulla strada
Eccomi li, sul palco
Ci risiamo, faccio la star di nuovo
Ci risiamo, volto pagina

[Strofa 3]
Sotto la luce del lampione, sei lontano 1 milione di miglia
Ogni oncia di energia, provi a dare via
e il sudore esce da ogni poro, come la musica che suoni
Più tardi di sera, mentre sei sveglio a letto
con gli eco degli amplificatori che rintronano nella testa
fumi l’ultima sigaretta del giorno, ricordando cosa ti ha detto
cosa ti ha detto

[Coro]
Ma eccomi, di nuovo sulla strada
Eccomi li, sul palco
Ci risiamo, faccio la star di nuovo
Ci risiamo, volto pagina

[Finale]
Ci risiamo, volto pagina
ci risiamo
ci risiamo, eccomi
Ci risiamo
e sono andato

THE BLACK SNACK