A Boy Named Sue JOHNNY CASH

0
 

A Boy Named Sue JOHNNY CASH

ALBUM: At San Quentin  1969

Prodotto da Bob Johnston


Testo e Traduzione

Lyrics powered by GENIUS

[Verse 1]
My daddy left home when I was three
And he didn’t leave much to ma and me
Just this old guitar and an empty bottle of booze
Now, I don’t blame him cause he run and hid
But the meanest thing that he ever did
Was before he left, he went and named me “Sue.”

[Verse 2]
Well, he must o’ thought that is quite a joke
And it got a lot of laughs from a’ lots of folk
It seems I had to fight my whole life through.
Some gal would giggle and I’d get red
And some guy’d laugh and I’d bust his head
I tell ya, life ain’t easy for a boy named “Sue.”

[Verse 3]
Well, I grew up quick and I grew up mean
My fist got hard and my wits got keen
I’d roam from town to town to hide my shame
But I made a vow to the moon and stars
That I’d search the honky-tonks and bars
And kill that man who gave me that awful name

[Verse 4]
Well, it was Gatlinburg in mid-July
And I just hit town and my throat was dry
I thought I’d stop and have myself a brew
At an old saloon on a street of mud
There at a table, dealing stud
Sat the dirty, mangy dog that named me “Sue.”

[Verse 5]
Well, I knew that snake was my own sweet dad
From a worn-out picture that my mother’d had
And I knew that scar on his cheek and his evil eye
He was big and bent and gray and old
And I looked at him and my blood ran cold
And I said: “My name is ‘Sue!’ How do you do!
Now your going to die!!”

[Verse 6]
Well, I hit him hard right between the eyes
And he went down, but to my surprise
He come up with a knife and cut off a piece of my ear
But I busted a chair right across his teeth
And we crashed through the wall and into the street
Kicking and a’ gouging in the mud and the blood and the beer

[Verse 7]
I tell you, I’ve fought tougher men
But I really can’t remember when
He kicked like a mule and he bit like a crocodile
I heard him laugh and then I heard him cuss
He went for his gun and I pulled mine first
He stood there lookin’ at me and I saw him smile

[Verse 8]
And he said: “Son, this world is rough
And if a man’s gonna make it, he’s gotta be tough
And I knew I wouldn’t be there to help ya along
So I give ya that name and I said goodbye
I knew you’d have to get tough or die
And it’s the name that helped to make you strong

[Verse 9]
He said: “Now you just fought one hell of a fight
And I know you hate me, and you got the right
To kill me now, and I wouldn’t blame you if you do
But ya ought to thank me, before I die
For the gravel in ya guts and the spit in ya eye
Because I’m the son-of-a-bitch that named you Sue

[Verse 10]
I got all choked up and I threw down my gun
And I called him my pa, and he called me his son
And I came away with a different point of view
And I think about him, now and then
Every time I try and every time I win
And if I ever have a son, I think I’m gonna name him
Bill or George! Anything but Sue! I still hate that name!

Lyrics powered by GENIUS

 

THE BLACK SNACK

[Strofa 1]
Mio padre se ne è andato quando avevo tre anni
E non ha lasciato molto a mia madre e me
Solo questa vecchia chitarra e una bottiglia di liquore vuota
Non lo incolpo perché è fuggito e si è nascosto
Ma la cosa peggiore che ha fatto
E’ stata prima di scappare, mi ha chiamato “Sue”.

[Strofa 2]
Deve aver pensato che fosse uno scherzetto
E ha fatto ridere un sacco di gente
Sembra che ho dovuto combattere tutta la vita.
Qualche ragazza ridacchierebbe e io arrossirei
E qualche ragazzo riderebbe e gli spaccherei la testa
Lo dico, la vita non è facile per un ragazzo chiamato “Sue”.

[Strofa 3]
Sono cresciuto rapidamente e sono cresciuto
Il mio pugno si è indurito e l’arguzia acuta
Vago da città in città per nascondere la vergogna
Ma ho fatto un voto alla luna e alle stelle
Che avrei cercato per locali* e bar
E ucciso l’uomo che mi ha dato quel nome orribile

[Strofa 4]
Beh, è stato a Gatlinburg a metà luglio
E ho battuto la città e la mia gola era asciutta
Pensavo di fermarmi e di farmi una birra
In un vecchio saloon su una strada fangosa
Lì a un tavolo, un losco affare
Seduto lo sporco, rognoso cane che mi ha chiamato “Sue”.

[Strofa 5]
Beh, sapevo che il serpente era il mio dolce papà
Da una foto invecchiata che aveva mia madre
E conoscevo la cicatrice sulla sua guancia e il suo occhio malvagio
Era grande e storto, grigio e vecchio
E lo guardai e il mio sangue scorreva freddo
E dissi: “Il mio nome è Sue!” Come va!
Ora stai per morire!! ”

[Strofa 6]
Si, l’ho colpito duramente tra gli occhi
Ed è andato giù, ma con mia sorpresa
Si è rialzato con un coltello e mi ha tagliato un pezzo di orecchio
Ma gli ho spaccato una sedia proprio sui denti
E ci siamo schiantati sul muro e per strada
Facendo a calci e rotolando nel fango, nel sangue e la birra

[Strofa 7]
Ti dico, ho lottato con uomini più forti
Ma non riesco proprio a ricordare quando
Ha calciato come un mulo e ha morso come un coccodrillo
Lo sentivo ridere e poi imprecare
Ha fatto per prendere la pistola e ma ho fatto prima io
Si è fermato a guardarmi l’ho visto sorridere

[Strofa 8]
E ha detto: “Figlio, questo mondo è ruvido
E se un uomo ce la fa, deve essere forte
E sapevo che non avrei potuto stare lì ad aiutarti
Quindi ti ho dato quel nome e ho detto addio
Sapevo che avresti dovuto diventare un duro o morire
Ed è il nome che ha aiutato a renderti forte

[Strofa 9]
Disse: “Ora hai fatto una dannata scazzottata
E so che mi odi, e hai ragione
a uccidermi, e non ti incolperei se lo farai
Ma dovresti ringraziarmi, prima che muoia
Per la ghiaia nello stomaco e lo sputo nell’occhio
Perché sono il figlio di pu****a che ti ha chiamato Sue

[Strofa 10]
Mi è venuto il nodo in gola e ho lasciato la pistola
E lo chiamai “padre mio”, e lui “figlio mio”
E me ne sono andato con un punto di vista diverso
E lo penso, di tanto in tanto
Ogni volta che tento e ogni volta che vinco
E se mai avessi un figlio, penso che lo chiamerei
Bill o George! Tutto tranne Sue! Odio ancora quel nome!

THE BLACK SNACK

 

NOTA LA TESTO

*Nel testo originale “honky-tonks” è stato tradotto semplicemente con “locali”. Il termine indica pub e bar con pista ballo dove si suonava il country.
Per maggiori info vedere WIKIPEDIA


Ti è piaciuta A Boy Named Sue JOHNNY CASH

 SUPPORTACI con un Like alla pagina FACEBOOK 🙂

The Black Snack Facebook Like


SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM

#theblacksnack

instagram theblacksnack

SE VUOI CONTRIBUIRE ALLA REALIZZAZIONE DEL SITO CONTATTACI


 CONDIVIDI IL TESTO CON I TUOI AMICI


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.